Luogo

Chiesa di San Giacomo di Como
sabato 28 marzo ore 20:30

Protagonisti

Stefano Caserini

Ricercatore e titolare del corso di Mitigazione dei Cambiamenti Climatici al Politecnico di Milano

Rimandato – A qualcuno piace caldo

Il caldo del jazz, l'ironia e le immagini di Marylin Monroe sono lo sfondo per capire quanto scottante è la questione climatica.

L’incontro è stato rimandato a data da destinarsi. Sul sito e sulla pagina facebook de Le Primavere continueremo ad aggiornare la situazione e appena fissata una nuova data questa verrà prontamente comunicata.

Il problema del surriscaldamento globale è serio e si sta affermando come la grande questione ambientale di questo secolo. È un problema ancora poco conosciuto, di cui non è facile parlare perché preoccupa, mette in discussione ognuno di noi in quanto piccola parte del problema e della soluzione. Eppure sarebbe utile capirne di più, sapere cosa la scienza ritiene certo e cosa ancora c’è da scoprire.
Perché se Obama, il Papa, Leonardo di Caprio o Naomi Klein parlano o scrivono di clima, se “promuovere azioni, a tutti i livelli, per combattere il cambiamento climatico” è uno dei 17 Obiettivi di Sviluppo Sostenibile approvati da 193 Paesi membri dell’ONU, la faccenda non può essere una bufala come ci raccontano ancora su qualche giornale e sito web. “A Qualcuno Piace Caldo – Conferenza spettacolo sul clima che cambia” affianca al racconto scientifico, effettuato con immagini, animazioni e spezzoni di film, l’analisi di come individualmente e collettivamente stiamo affrontando o potremmo affrontare la questione climatica. L’esecuzione al pianoforte dei brani del film di Billy Wilder e altri standard jazz di Duke Ellington, Bill Evans e Michel Petrucciani, accompagnano gli andamenti delle concentrazioni di gas serra e delle temperature del pianeta. Il caldo del jazz, l’ironia e le immagini di Marylin Monroe sono lo sfondo per capire quanto scottante è la questione climatica, permettono meglio di avvicinarsi alla sua grande dimensione etica, suscitano una riflessione su come affrontiamo le questioni ecologiche nella nostra vita quotidiana.

Se io avessi una botteguccia
Fatta di una sola stanza
Vorrei mettermi a vendere
Sai cosa?
La speranza
(Gianni Rodari)

LE PRIMAVERE GREEN

Pronti alle sfide delle Primavere Green? Di cosa si tratta? Semplice: in ogni serata delle Primavere, prima dell’inizio dello spettacolo, sarà lanciata una sfida al pubblico in sala. Vi sarà chiesto di fare nei giorni seguenti un’azione “green” e di mandare foto o messaggi all’indirizzo [email protected] per documentare la vostra sfida!

All’appuntamento successivo (e sul sito delle Primavere) saranno segnalate le esperienze più virtuose. Sarà anche l’occasione per ricordare a tutti le buone pratiche quotidiane e dare qualche consiglio utile per vivere in maniera sostenibile. Cosa aspettate a partecipare?

Sfida n. 6 – I RIFIUTI

Quanti rifiuti produciamo? Quali sono i più dannosi e dove vanno a finire? È importante avere consapevolezza di quanti rifiuti ciascuno di noi produce.

Sfida: utilizzando la tabella accanto come guida per le diverse categorie pesa i rifiuti di una settimana e inviaci il tuo risultato. Quale categoria è la più consistente? Dove puoi migliorare? Cerchiamo di abbattere la produzione di rifiuti: l’obiettivo è arrivare a 10 Kg/mese!

Il 9 aprile segnaleremo i risultati migliori!
La Provinicia green-verde
Rifiuti