Luogo

Camnago Volta
domenica 24 maggio ore 14:00

Rimandato – Coltivare Como. Un sentiero tra passato e futuro

Ritrovo ore 14 a Camnago Volta presso la fermata del bus Campora (davanti alla villa di Volta), si consiglia di arrivare con il bus n. 4 da Como. Fine passeggiata ore 18, rientro a Como consigliato con bus n. 5 (fermata Pianazza, ore 18.15 circa).
A cura dell’associazione Sentiero dei Sogni. Conduce Pietro Berra, giornalista e scrittore, letture di Rodolfo Cerè, cuoco e poeta, e di Lorena Mantovanelli, testimonianze di Giuseppe Muscionico (mulino Beretta) e Giulia Galera (Impresa Sociale Miledù). Una passeggiata tra due località verdi ai margini della città di Como, Camnago Volta, dove Teresa Ciceri e Alessandro Volta fecero coltivare le prime patate in Italia e dove si visiterà l’ultimo mulino della valle del Cosia, e Garzola, dove, grazie a un progetto innovativo di inclusione di stranieri e disoccupati dal 2018 sono stati recuperati alcuni terrazzamenti, ora coltivati dagli stessi migranti riuniti con alcuni comaschi nell’impresa sociale Miledù (letteralmente “Stare insieme”). Sarà anche l’occasione per inaugurare il completamento del sentiero che collega le due località, frutto di una attività di volontariato che ha visto collaborare Miledù con l’associazione Sentiero dei Sogni, e per lanciare la campagna per intitolarlo al Beato Geremia dei Lambertenghi. L’altra storia importante che sta dietro sentieri e terrazzamenti in fase di ripristino è, infatti, quella dei frati francescani dell’eremo di San Donato che hanno coltivato e battuto queste pendici tra il XV e il XVIII secolo. Un assaggio dei prodotti (dal miele ai fiori edibili) nati sui terrazzamenti di Miledù chiuderà la passeggiata, che permetterà di cogliere e apprezzare davvero con tutti i sensi i frutti di un progetto di rigenerazione del paesaggio partito dal basso e che è già stato presentato come best practice in diversi convegni e riviste nazionali e internazionali. I versi del poeta e cuoco Rodolfo Cerè accompagneranno questo piccolo viaggio nell’anima della terra.

Per informazioni scrivere a [email protected]