Luogo

Chiesa di San Giacomo di Como
giovedì 12 marzo ore 20:30

Protagonisti

Simonetta Bassi

Professore ordinario di Storia della Filosofia all’Università di Pisa

Silvano Petrosino

Filosofo e docente di semiotica dell'Università Cattolica di Milano

Rimandato – I vincoli della magia

Quando ancora non c'era il metodo scientifico c'era la magia che legava gli elementi con la passione e l'incantesimo. Siamo certi che questa dimensione è relegata al solo passato?

L’incontro è stato rimandato a data da destinarsi. Sul sito e sulla pagina facebook de Le Primavere continueremo ad aggiornare la situazione e appena fissata una nuova data questa verrà prontamente comunicata.

La magia è, da sempre, qualcosa che lega, che unisce.
La magia nell’età del Rinascimento è un sapere caratterizzato dal legame tra tutte le cose e dall’elemento passionale.
È qualcosa che guarda verso la terra, verso gli uomini, verso le piante. Individua una serie di corrispondenze e di legami universali che uniscono i pianeti, le costellazioni, le piante, i metalli, gli uomini.
Diversamente da quanto si crede, questa forma di sapere non è fine a sé stessa, ma è indirizzata ad un’azione e ad una pratica. È un sapere che diventa un potere e quindi dà potenza: su questo nesso si è giocata poi gran parte della discussione rinascimentale attorno alla magia.
Simonetta Bassi, esperta di Rinascimento, analizzerà quest’epoca che ha aperto la strada alla scienza, ma soprattutto, come accade in diversi momenti storici, cerca di dare delle risposte che la logica e la scienza non danno. I grandi momenti di crisi della storia diventano infatti luoghi privilegiati di sviluppo della magia, ed è qui che il filosofo Silvano Petrosino farà un collegamento con i nostri giorni.
Cosa giunge a noi dal Rinascimento e ci porta all’economia circolare? Quale posto occupa, o pensa di occupare, l’uomo contemporaneo? Cosa si nasconde dietro la ricerca di cartomanti, oroscopi, veggenti e miracoli? E quale visione del mondo genera la fede negli algoritmi e nel calcolo computazionale che regola le nostre vite?

Per liberarsi non basta fuggire
bisogna insieme costruire
una terra senza padroni
né brutti né buoni.
Una terra felice ed onesta
dove nessuno ha i fili in testa.
Se questa terra ancora non c’è
la faremo io e te.
(Gianni Rodari)

LE PRIMAVERE GREEN

Pronti alle sfide delle Primavere Green? Di cosa si tratta? Semplice: in ogni serata delle Primavere, prima dell’inizio dello spettacolo, sarà lanciata una sfida al pubblico in sala. Vi sarà chiesto di fare nei giorni seguenti un’azione “green” e di mandare foto o messaggi all’indirizzo [email protected] per documentare la vostra sfida!

All’appuntamento successivo (e sul sito delle Primavere) saranno segnalate le esperienze più virtuose. Sarà anche l’occasione per ricordare a tutti le buone pratiche quotidiane e dare qualche consiglio utile per vivere in maniera sostenibile. Cosa aspettate a partecipare?

Sfida n. 2 – LE FESTE PLASTIC FREE e LA STOVIGLIOTECA

Spesso nelle feste di compleanno dei bambini e nei ritrovi conviviali degli adulti vengono utilizzati tantissimi oggetti di plastica monouso (bicchieri, piatti, tovaglie, palloncini, giocattoli…) che rappresentano una quantità ingente e inutile di rifiuti. Per fortuna esistono le Stoviglioteche, che noleggiano gratuitamente o a prezzi contenuti kit di stoviglie riutilizzabili per le feste.

Sfida: hai in programma una festa o una cena tra amici? Organizzala completamente plastic free e mandaci le tue foto.

La Provinicia green-verde