Luogo

Cenacolo francescano di Lecco
giovedì 02 aprile ore 20:30

Protagonisti

Max Calderan

Esploratore Desertico Estremo

Rimandato – La forza per cambiare il mondo

"Volevo fare qualcosa che nessun uomo aveva mai fatto, passare dove nessuno era mai passato, compiere delle imprese che nessuno per molto tempo, o forse mai, avrebbe potuto ripetere".

L’incontro è stato rimandato a data da destinarsi. Sul sito e sulla pagina facebook de Le Primavere continueremo ad aggiornare la situazione e appena fissata una nuova data questa verrà prontamente comunicata.

“Volevo fare qualcosa che nessun uomo aveva mai fatto, passare dove nessuno era mai passato, compiere delle imprese che nessuno per molto tempo, o forse mai, avrebbe potuto ripetere. Volevo spostare il limite assoluto per dire alle persone: anche tu puoi, perché nessuno può fermare i tuoi sogni. Tu sei molto più forte e potente di quello che pensi e credi, indossando abiti che non ti appartengono”. Domenica 2 febbraio 2020 ore 11:30: Max Calderan scrive un nuovo capitolo della Storia conquistando in soli 18 giorni il deserto del Rub’al Khali, il Quarto Vuoto dell’Arabia Saudita, 1.200 chilometri di sabbia imbattuta, Mai attraversata a piedi prima. Un’esplorazione in autosufficienza, direttamente nel mezzo di una delle più calde, spietate e meno esplorate aree nel nostro pianeta Terra. D’ora in poi sulla cartina dell’Arabia Saudita ci sarà una Calderan Line.

Max Calderan, esploratore desertico estremo, preparatore atletico, Dottore in Scienze Motorie, è un grande esperto di Microbioma Intestinale e consulente specializzato in servizi di genetica avanzata e microbioma. Sfida in solitaria i deserti più impraticabili raggiungendo traguardi incredibili e scientificamente inspiegabili. Atleta poliedrico, detentore di 14 record mondiali, per avere attraversato deserti inesplorati, decorato al Valore Civile, ambasciatore ONU per la salvaguardia del ghepardo asiatico, ha iniziato a praticare arrampicata e sci estremo, raggiungendo riconosciuti livelli di performance in oltre quindici discipline sportive e formando centinaia di atleti. Ha ricoperto ruoli manageriali presso importanti aziende farmaceutiche fino allo sviluppo indipendente di ricerche relative alla genetica predittiva, all’analisi del microbioma intestinale e degli ormoni salivari. Ha approfondito i meccanismi della privazione del sonno e del cibo in condizioni estreme.

È difficile fare le cose
difficili: parlare al sordo,
mostrare la rosa al cieco.
Bambini, imparate a fare
le cose difficili: dare la
mano al cieco, cantare
per il sordo, liberare gli
schiavi che si credono
liberi.
(Gianni Rodari)

LE PRIMAVERE GREEN

Pronti alle sfide delle Primavere Green? Di cosa si tratta? Semplice: in ogni serata delle Primavere, prima dell’inizio dello spettacolo, sarà lanciata una sfida al pubblico in sala. Vi sarà chiesto di fare nei giorni seguenti un’azione “green” e di mandare foto o messaggi all’indirizzo [email protected] per documentare la vostra sfida!

All’appuntamento successivo (e sul sito delle Primavere) saranno segnalate le esperienze più virtuose. Sarà anche l’occasione per ricordare a tutti le buone pratiche quotidiane e dare qualche consiglio utile per vivere in maniera sostenibile. Cosa aspettate a partecipare?

Sfida n. 7 – CIBO E AMBIENTE

Sai che la dieta mediterranea è la migliore sia per la salute che per l’ambiente? I cereali, la frutta e la verdura hanno un minor impatto ambientale rispetto a carne, pesce e latticini. Ti daremo qualche consiglio sul cibo e su dove comprarlo.

Sfida: prova a preparare un piatto utilizzando esclusivamente prodotti del tuo orto, o a km zero oppure biologici. Poi mandaci una foto di quello che hai cucinato, spiegando le tue scelte.

Il 9 aprile segnaleremo i piatti più sani!
La Provinicia green-verde