Luogo

Teatro sociale di Como
giovedì 26 marzo ore 20:30

Protagonisti

Umberto Galimberti

Filosofo, professore di Filosofia della Storia

Rimandato – La sapienza greca

Abbiamo bisogno della sapienza greca per avvertire il futuro come promessa. Abbiamo bisogno di volare per contenere il tramonto inevitabile della cultura occidentale.

L’incontro è stato rimandato a data da destinarsi. Sul sito e sulla pagina facebook de Le Primavere continueremo ad aggiornare la situazione e appena fissata una nuova data questa verrà prontamente comunicata.

Un racconto attraverso i secoli dei valori della grecità di Socrate, Platone e Aristotele. Sottolineando come la specie di uomini finora meglio riuscita, la più bella, la più
invidiata, la più seduttrice verso la vita abbia dato origine a concetti riemersi poi nel Rinascimento e utili ancora oggi. Le grandi questioni esistenziali come l’origine del mondo e il senso della vita,
il valore della bellezza e la via per la felicità, l’incontro con la grandezza dell’uomo che ricerca nel dubbio e diventa individuo, il suo linguaggio tragico, la sua visione estetica dell’esistenza sono tematiche alla base della cultura di oggi. Galimberti analizzerà idee come quelle di limite, tecnica, circolarità del tempo naturale etc. Concetti che possono essere strumenti basilari
per una riscoperta del rispetto della natura alla quale ci porta l’economia circolare, oltre che per la ritrovata coscienza del rapporto uomo-ambiente e per la necessità di un’etica rinnovata dinanzi allo sviluppo tecnologico del presente.

“Il problema è che se il futuro non si presenta più in termini ottimistici e non avvertiamo più un futuro come promessa, ma si presenta come futuro imprevedibile, questa imprevedibilità retroagisce. A questo punto torna utile capire la sapienza greca: bisogna smontare questa fiducia nel futuro, smontare questo concetto ottimistico per capire bene questa differenza perché forse abbiamo bisogno oggi della Sapienza greca per contenere questo tramonto inevitabile della cultura occidentale”.

Indovina se ti riesce:
la balena non è un pesce,
il pipistrello non è un uccello;
e certa gente, chissà perché,
pare umana e non lo è.
(Gianni Rodari)

LE PRIMAVERE GREEN

Pronti alle sfide delle Primavere Green? Di cosa si tratta? Semplice: in ogni serata delle Primavere, prima dell’inizio dello spettacolo, sarà lanciata una sfida al pubblico in sala. Vi sarà chiesto di fare nei giorni seguenti un’azione “green” e di mandare foto o messaggi all’indirizzo [email protected] per documentare la vostra sfida!

All’appuntamento successivo (e sul sito delle Primavere) saranno segnalate le esperienze più virtuose. Sarà anche l’occasione per ricordare a tutti le buone pratiche quotidiane e dare qualche consiglio utile per vivere in maniera sostenibile. Cosa aspettate a partecipare?

Sfida n. 5 – CAR SHARING E BIKE TO WORK

Quanti chilometri percorre un italiano in automobile rispetto ad altri europei? Troppi!!! Per fortuna ci sono alternative e buone pratiche: il car sharing, per esempio, o la cara vecchia bicicletta.

Sfida: dobbiamo tutti diminuire l’utilizzo dell’auto, prova a vivere un giorno intero muovendoti  solo con mezzi pubblici o in condivisione, con l’auto elettrica, in bici o a piedi. Poi raccontaci la tua esperienza con un breve testo.

Il 2 aprile segnaleremo le esperienze migliori!
La Provinicia green-verde