Luogo

Sala Bianca del Teatro Sociale di Como
venerdì 05 aprile ore 20:30

Protagonisti

Roberta Di Febo

Fondatrice Accademia di Musica e Danza “Giuditta Pasta”

L’invenzione del movimento e il movimento dell’invenzione

La serata verrà introdotta da uno spezzone del film: PINA di Wim Wenders – Germania 1991

Dedicare una vita all’arte e alla creatività. Raffaele Paganini porta alle Primavere la sua esperienza di artista carismatico. Insieme a lui Roberta Di Febo per un intervento sul valore pedagogico dello studio dell’arte e della creatività, anche per il loro aspetto più spirituale, perché ragazzi e ragazze possano formarsi in modo equilibrato e apprendere come tornare a quella parte di loro stessi più intima, autentica.

Un tentativo di rivoluzione: portare in auge quei valori che sono andati persi nella frenesia della società contemporanea dove l’importanza di una persona è commisurata al suo guadagno e dove l’etica non ha rilevanza nel quotidiano. Capovolgendo questa visione, l’arte può assumere un ruolo rieducativo della società e diventare stimolo per ritrovare un equilibrio che non nasconda le debolezze personali che inevitabilmente l’arte, la sua pratica e la sua frequentazione, fanno emergere. In cambio dona la gratificazione di essere apprezzati per il proprio talento, senza nessuna mediazione. Che sia danza o musica si è soli, con il proprio corpo o con uno strumento, e si acquisisce consapevolezza di se stessi nella propria unicità. Un approccio creativo alla vita, significa tornare ad esserne i protagonisti rispetto ad una società che tende all’omologazione.