Luogo

Teatro Sociale di Como
mercoledì 29 marzo ore 20:45

Protagonisti

Michele Brambilla

Giornalista

Nelle periferie del senso

Una storia di periferia

C’è una visione del mondo somministrata ogni giorno attraverso tv, giornali, web. È una visione rassicurante: per essere contenti, basta stare bene, far carriera. Ma le domande che le persone si fanno sono altre, cercano molto di più e per trovarlo vanno altrove, il significato più autentico sta ai margini, nelle periferie. Il senso della vita va cercato un po’ più lontano e questa distanza è anche, paradossalmente, un entrare più profondamente dentro se stessi per comprendere cosa è essenziale. Nella versione di Poretti le periferie sono quelle dove si è costretti ad andare a cercare il senso della vita, ai margini della vita normale, quotidiana, rutilante e apparentemente sfavillante. Per scoprire poi che la periferia è il centro più profondo e autentico. Nel dialogo tra Giacomo Poretti e Michele Brambilla il tema del senso della vita emergerà partendo da piccoli episodi quotidiani, dai giovani, dai ragazzi, dalla scuola, lavoro, sport, dal rapporto con la famiglia, per poi ampliare e approfondire il significato delle sconfitte e scoprire come imparare ad accettarle e superarle.

 

Le riprese dell’incontro