Luogo

Teatro della Società, Lecco
lunedì 22 maggio ore 20:45

Protagonisti

Padre Enzo Bianchi

Fondatore della comunità monastica di Bose

Pensare la vita altrimenti

Le periferie dell’essere

Viviamo oggi in un orizzonte molto contraddittorio, anzi spesso ci chiediamo se c’è ancora un orizzonte davanti a noi. Ogni giorno è minacciata l’interiorità delle persone, che fanno sempre più fatica ad assumere la propria unicità e irripetibilità, a porsi fuori dall’anonimato, dal branco. «Così fan tutti!», si ripete per giustificare la mancanza di spirito critico, l’evasione dalla propria responsabilità nel quotidiano di fronte alla barbarie che pare avanzare come il deserto. Sembra che ormai la stessa libertà sia ridotta a una reazione alle proposte che vengono dall’esterno – offerte del mercato, prodotti sulle bancarelle delle idee, input dei mass media – e non sia invece creazione di idee, iniziativa personale, progetto partorito pensando e cercando con la propria testa. Se così fan tutti, allora non si cerca di fare altrimenti, anzi non si riesce neppure a provare interesse per chi è altro o fa altrimenti…

E tuttavia è significativa la presenza di una nostalgia dell’alterità che si manifesta in diversi modi. Questa istanza va fatta emergere in tutta la sua profondità e verità. Si tratta di proporre un cammino nel quale cercare di tratteggiare degli indicatori di via, di «lanciare segni» su come sia possibile pensare e vivere la vita altrimenti.